MACROLOTTO 3.2 A3 SALERNO – REGGIO CALABRIA

Committente: Anas    Contraente Generale: Italsarc scpa                               - Tempi di esecuzione 06/2014 – 01/2018 (in corso)     

____________________________________________________________________________________________________________________


L'11 giugno 2014
iniziano i lavori di ampliamento e ammodernamento del Macrolotto 3.2 della Salerno – Reggio Calabria. I lavori riguardano nel complesso un tratto dell’autostrada A3 di circa 20 km compreso tra lo svincolo di Laino Borgo (km 153,400) e lo svincolo di Campotenese (km 173,900) in provincia di Cosenza.

La realizzazione del nuovo asse, che si sviluppa interamente in ambito montano, include numerose e impegnative opere d’arte in galleria e viadotti, fra i quali il celebre Viadotto Italia e il Viadotto Jannello che rappresentano due tra le più importanti opere infrastrutturali del Paese.

La Geovertical srl, su incarico del Contraente Generale Italsarc scpa, è impegnata su diversi cantieri tra cui i lavori di consolidamento delle pile del Viadotto Jannello e i lavori ripristino della Pila 13 del Viadotto Italia, il più alto viadotto autostradale italiano, il secondo in Europa e uno dei più alti del mondo.

macrolotto salerno reggio RID

 

Il Viadotto Italia 

Il lavoro di consolidamento eseguito dalla Geovertical sulla pila 13, previa approfondita verifica e adeguata progettazione da parte del Committente, è stato finalizzato a ripristinare la continuità strutturale e nel contempo a incrementare le caratteristiche prestazionali della pila. Nel dettaglio la squadra ha proceduto con il montaggio di barre Dywidag Ø 40 ancorate al versante mediante travi in ferro UPN tesate a 700 T tramite martinetti e centraline idrauliche. Successivamente per consentire, in piena sicurezza, la demolizione delle quattro campate della vecchia carreggiata sud già predisposta si è messo in opera "un apposito sistema di protezione passiva delle pile" consistente nell’installazione su ciascuna pila, partendo dalla base fino ad un’altezza di circa 15 mt, di strutture metalliche (travi HEB 280) così da proteggere il fusto della pila dalla caduta della struttura demolita.

Tramite l’ausilio di mezzi e squadre specializzate a lavorare in alta quota, Geovertical ha realizzato numerosi interventi, nel dettaglio:

  • parziale demolizione eseguita con mezzi meccanici e a mano sui pulvini esistenti del viadotto;
  • installazione di ritegni antisismici, composti da due piastre, entrambe fissate ortogonalmente ad ogni trave dell’impalcato che poggia sul pulvino;
  • posa in opera sulla sommità delle pile di nuova costruzione di protezioni metalliche “a cappello” per la protezione delle stesse dai detriti provocati dall’esplosione delle campate (carreggiata Nord – lato Salerno).

 Il Viadotto Jannello

I lavori sul Viadotto Jannello, eseguiti dall'impresa Geovertical, hanno riguardato il rinforzo strutturale delle pile esistenti che sono state riutilizzate per dare appoggio al nuovo impalcato metallico che è stato costruito in sovrapposizione rispetto al viadotto da demolire;  per far sì che le pile sostenessero il doppio del peso sono state rinforzate in sommità con Dywidag Ø 40 tesate a 700/800 T tramite martinetti e centraline idrauliche.

Oltre alle succitate opere, lungo l’intero tracciato relativo al Macrolotto 3.2, l’impresa è ad oggi impegnata in numerose opere minori quali:

  • consolidamento muri
  • scavi
  • passerelle faunistiche
  • paratie
  • installazione velette in calcestruzzo e in ferro.